domenica 5 febbraio 2012

CHIACCHIERE VEGAN AL FORNO ... E L'INCUBO DEL PIERROT


Sul mio curriculum vitae ho all’attivo i seguenti travestimenti e i relativi ricordi:

ORSO: ero all’asilo ed era complicatissimo andare in bagno con questo costume intero PUFFETTA:; con tanto di parrucca bionda e di trucco blu in faccia
SPAGNOLA: molto coreografico ma ogni volta che mi sedevo mi si sollevava la gonna davanti perché per tenerla ambia sul fondo era cucito un cerchio di metallo
CONTADINA: mi era piaciuto da matti e mi ero tenuta il gilet nero di velluto nei mesi a seguire
MARGHERITA: viso e bombetta gialla


…e naturalmente non mi sono lasciata scappare la più triste tra le maschere, la più odiata: PIERROT!

Genitori di tutta Italia…basta!!!
Dovete capirla una volta per tutte: vestire i vostri figli da pierrot non è cosa bella!
Loro da grandi riguarderanno le fotografie dei carnevali passati, si vedranno lì con quel "pijama" di finto raso bianco e nero…con il viso dipinto di tristezza … pure quel cappellino…perché vogliamo lasciarci sfuggire il cappellino? No vero?!...



INAUGURO UFFICIALMENTE IL MOVIMENTO "PIERROT, UN’OMBRA NELL’INFANZIA FELICE DI OGNI BAMBINO"

Zona d’Italia che vai, nome diverso che trovi: chiacchiere, lattughe, sfrappole, galani, frappe, bugie…
Io le adoro ma purtroppo in commercio la versione vegan non esiste, perché cascasse il mondo, le uova riescono a fartele trovare comunque tra gli ingredienti.

C’è da dire che io non friggo, l’unica eccezione è quando faccio il soffritto e già lì devo  sforzarmi tantissimo perché ho proprio il blocco psicologico verso il fritto ihihih. Quindi ho deciso di farle AL FORNO.
Ecco perchè l’aspetto è liscio e non ci sono le solite bolle di quelle che si trovano in commercio. Non vorrei fare la guastafeste ma quelle che vendono con la scritta "al forno" sono state prima fritte e poi passate al forno.
Quindi il RISULTATO tra quelle che si comprano e quelle fatte in casa e cotte unicamente in forno … è DIVERSO (anche per l'uso dello zucchero di canna), ma non significa meno buono!
Consapevole di ciò mi sono imbarcata in questa avventura per avere comunque qualcosa di sfizioso e credo proprio d’esserci riuscita, hanno un GUSTO BISCOTTATO. Bisogna stare attenti a lavorare la frolla bella sottile perchè se si lascia alta vengono morbide, invece se la si inforna bella sottile alla fine crocca bene!

INGREDIENTI:
* 300 gr di farina + 50 gr di amido di mais (oppure 350 gr di farina)
* 8 gr di lievito per dolci
* 70 gr di zucchero di canna
* un pizzico di sale
* scorza grattugiata di un limone bio
* 50 gr di olio d’oliva
* 30 gr di grappa (*leggere nota)
* 130 gr circa di latte vegetale (*leggere nota)
* zucchero a velo per quando saranno fredde

PREPARAZIONE:Setacciare la farina, l’amido e il lievito.
Aggiungere lo zucchero, il sale, la scorza grattugiata e mescolare.
Aggiungere l’olio, la grappa e mescolare.
Aggiungere poco alla volta il latte fino ad ottenere un impasto compatto.
Mettere in frigo per 30 minuti.
Togliere l’impasto dal frigo metà alla volta per lavorarlo col matterello il più sottile possibile su un piano infarinato.sun un piano infarinatoalla volta per lavorarlo col mattarello compatto.(non occorre essere una gran "sfoglina", io ce l’ho fatta con un po’ di pazienza senza la macchina per la pasta).

Con il tagliapasta ondulato tagliate dei rettangoli, fare anche un taglio in lungo dentro il rettangolo e rigirare all’interno del taglio un’estremità (come da foto).
Riporre le chiacchiere sulla teglia ricoperta da carta forno e lasciare in forno caldo a 180° per 10 minuti circa (fino a quando l superficie inizierà a dorarsi)
Lasciare raffreddare e fate nevicare un po’ di zucchero a velo.

NOTA GRAPPA: io avevo disponibile sono una grappa di mela e devo dire che è stato un tocco particolare che calza a pennello perché rende le chiacchiere ancora più fruttate. Quindi se avete in casa una grappa alla frutta vela consiglio.

NOTA LATTE: dato che ogni farina assorbe in modo diverso voi regolatevi man mano che lo versate (potrebbe essere leggermente di + o di meno del pesi che vi ho indicato)


Buon vegan*carnevale a tutti!!


Enjoy*it!

61 commenti:

  1. Fra bella: la grappa è necessaria o è proprio un tocco in più? (fruttata o meno).

    RispondiElimina
  2. @Averam: Se non ce l'hai non crolla il mondo, se riesci a rubarla a qualcuno meglio :)

    RispondiElimina
  3. Bellissime queste chiacchere Cesca!
    Quelle comprate secondo me sanno solo di olio :S
    Hahahaha Pierrot, oddio, muoio!

    RispondiElimina
  4. Concordo pienamente con te, che tristezza Pierrot :(
    Bellissime le bugie!

    RispondiElimina
  5. Quoto Franco e mi complimento per le chiacchiere!
    Aggiungo che adoro il tuo modo di scrivere, lieve e coinvolgente. Fluido e corretto (cosa rara....)
    :-D

    RispondiElimina
  6. sì, sono d'accordo e aderisco al movimento anti pierrot. Io per fortuna non ho mai avuto quel vestito, avevo quello da arlecchino e quello da pagliaccio e anche quello da zorro -_-"

    allora per le tue chiacchiere devo prenderti le manine sante e stringerle complimentandomi e inchinandomi, perchè sono davvero belle e sono fatte senza la macchina per fare la pasta, perdinci! sei stata proprio brava!

    RispondiElimina
  7. io il pierrot l'ho subito da bambina e voluto da grandicella....chiamala riminescenza sadomaso non so......

    le tue frappe sono splendide e hai davvero le mani d'oro non c'è che dire, complimentissimi :)

    RispondiElimina
  8. @All: grazie a tutti, carinissimi!!! Per ringraziarvi indosso il cappellino da Pierrot, piego la testa di lato e vi spargo un po' di questa maxi coriandoli per casa ihihihih XD

    RispondiElimina
  9. Mi sono dimenticata di ringraziare Franco in modo particolare perchè sembra essere l'unico uomo commentatore (oltre a Uomo Alfa che ogni tanto appare come la Madonna...), quindi grazie Franco per resistere tra noi galline :D

    RispondiElimina
  10. bellissimo *_____* voglio anche io! su su lanciamele! :)

    RispondiElimina
  11. @Bianca: te le lancio come frisbee dal balcone...prendile eh ;-)

    RispondiElimina
  12. buone le frappe, buone vegane, buone al forno... buono tutto, accidenti, in questo post! buono anche l'appello: basta pierrot!!!!!!!

    RispondiElimina
  13. Hofatto un giretto nel tuo blog e davvero le tue ricette sono sfiziose!!!Questa poi ... slurp!

    RispondiElimina
  14. Ma ci credi che le ho fatte prima di te e una volta cotte ho pensato fossero venute male perche' non erano con le bolle?
    Che idiota!
    Me le son mangiate ma niente non mi hanno soddisfatta le mie!
    Devo provare la tua ricetta!

    RispondiElimina
  15. Ho sempre avuto il terrore.... del carnevale!!!! da bambina portavo gli occhiali, non mi sono mai travestita!!!! non esistevano travestimenti adatti, sembravo sempre buffa, il trucco sul viso era assurdo..... l'unico vestito (3 anni) confezionato da mia madre, Colombina. I dolci fritti non li amo, e non ho mai confezionato le "Lattughe" da noi si chiamano così, la maestra è mia madre, ma quest'anno voglio assolutamente veganizzare la sua ricetta e ovviamente cuocerle in forno, noi il passaggio della sfoglia lo facciamo angolare. Spero di riuscir a trovare il tempo, le posterò sicuramente!!!! Bravissima, queste chiacchere oltre che belle sono sicuramente buone, le assaggerei volentieri :-P
    Felicia

    RispondiElimina
  16. @Donatella: eh quando ci vuole ci vuole, dobbiamo coccolarci con tutta la neve che c’è fuori!

    @PlayingMum: ciao! Grazie mille ;-)

    @Luby: ogni volta che leggo il tuo nome canto in testa “Luby, Luby, Luby, Lubyyyy” come la canzone Ruby dei Kaiser Chiefs…son le bolle che fanno la differenza ;-) guarda il sapore è proprio diverso rispetto a quelle bollinate che si comprano (sia per il forno ma anche per lo zucchero di canna) però io ne son rimasta soddisfatta e le ho sgranocchiate con piacere : )

    @Feli: anche da me si chiamano lattughe, e così fingo di mangiare verduraa :D Non vedo l’ora di vedere la vegan*version della ricetta di tua mamma e di provarla! ^_^

    RispondiElimina
  17. auahauhuaha!!! Il movimento anti pierrot! :D
    Beh, io una volta mi sono vestita da caramella -___-' Dire che ero ridicola è poco!
    Per quanto riguarda le frappe, da me si chiamano fiocchetti... e li adoro!
    Ho una paura matta di friggere e quindi la tua versione è sicuramente da provare :-)

    RispondiElimina
  18. @Katiuscia: volevo dirti che fai bene a firmarti per esteso ora perchè hai un bellissimo nome! A questo punto dopo il movimento anti*pierrot fondiamo un gruppo dal nome IDONTWONNAFRY! Non credevo ci fosse così tanta gente che come me non vuole scendere al compromesso della frittura...mi sento meno sola ora XD

    RispondiElimina
  19. Che buoneeeeeeeeeeee!!!
    Anch'io quest'anno volevo evitare di friggerle :)))
    Domanda: ma che zucchero a velo usi? Dove lo hai trovato vegan? O lo fai tu?

    RispondiElimina
  20. ciao cara, quando vuoi passa da me a ritirare il premio liebster blog ^-^

    http://altrocheinsalata.blogspot.com/2012/02/liebster-blog.html

    RispondiElimina
  21. @Ale: ciao! :- ) tempo fa feci una ricerca per quanto riguarda lo zucchero e trovai scritto che lo zucchero bianco in vendita nel nostro paese non è lavorato con componenti animali, non ricordo la fonte però! L’unico zucchero bianco che uso è quello a velo (magari un pochino sopra i dolci come qua, Paneangeli) che oltre allo zucchero bianco ha un 3% (credo) di amido di mais per non farlo raggrumare. Volevo sfruttare la mia vicina di casa Bimby munita per avere lo zucchero a velo di canna che in commercio non si trova, ma non ne ho ancora approfittato ^_^

    RispondiElimina
  22. @Elisa: corro...prendo la rincorsa e cado! Ma arrivo eh ... 'spetta...

    RispondiElimina
  23. Bravissima Cesca, è ora di finirla con i Pierrot, fanno paura, non sono divertenti!!! (anch'io vittima da piccola di questa atroce mascherata...sigh...).
    HO già visto la versione veg delle chiacchere (o frappe, intrigoni...), e assolutamente la voglio provare, anche se non ho la macchina per tirare la pasta

    RispondiElimina
  24. @Sara: la cosa più bella di questi vs commenti è scoprire nomi nuovi per questo dolce che non avevo mai sentito "fiocchetti" (Katiuscia) e "intrigoni ora da te...che dire...per intrigare intrigano ;-)
    ce la fai benissimo anche senza la macchina vedrai!

    RispondiElimina
  25. avete mai provato a farle con la farina di farro??io le ho appena fatte e sono buonissime!!!!senza grappa,ma con un po' di vino bianco secco.
    Robyoby

    RispondiElimina
  26. @Robyoby: proverò a farle con la farina di farrò, grazie! Mentre per il vino passo, perchè proprio non ne sopporto l'odore ^_^'

    RispondiElimina
  27. anche da me si chiamano chiacchere, e venivano accompagnate dal sanguinaccio (crema crudele a base di sangue di maiale e cioccolato) fortuna che esiste la versione vegan! :)

    RispondiElimina
  28. Bellissime proverò sicuramente questa tua versione a giorni posterò quelle che ho fatto io e cercavo proprio una versione con l'olio e Felicia mi ha mostrato questa meraviglia, grandiosa le provo e ti faccio sapere ;-)

    RispondiElimina
  29. Saranno anche diverse dalle "originali", embè?! Chissenefrega :-D! Tanto sono sicuramente buonissime. Per quanto riguarda il carnevale, Flavia aveva una supernonna che le cuciva vestiti pazzeschi con scampoli avanzati. W l'homemade e il riciclo selvaggio, sempre e comunque!!!!

    RispondiElimina
  30. @KitchenNotes: viva il riciclo 4ever ma se dal riciclo ci salta fuori un pierrot no eh… *_*… ahahaha
    Cmq voi 2 avete fatto i birbanti perché il vs post di stamattina che ho trovato in Bloglovin in realtà non esisteva, ricontrollo, ahahah è riapparso in una nuova veste, ora me lo keggo ;-)

    RispondiElimina
  31. Grazie! :-)
    Comunque "Katiuscia" è l'account google che ho da molto tempo, "Katy" è il blog.
    Oddio, a me il mio nome non piace molto.... storia lunga, il mio papà credeva significasse "piccola casa" (?, invece Katyusha era un lanciarazzi sovietico O___O
    Fortuna che l'hanno scritto italianizzandolo :-)

    RispondiElimina
  32. @Lanciarazzisovietico: :DDDDDDDDDD

    RispondiElimina
  33. Ciao... ho un premio per te! :-)
    http://vittoria-vittolibri.blogspot.com/2012/02/versatile-blogger.html

    ps- uuummm le tue chiacchere!

    RispondiElimina
  34. decisamente out Pierrot, ma le chiacchiere sono spettacolari

    RispondiElimina
  35. mi sono aggiunta ai tuoi seguaci

    RispondiElimina
  36. @Ziaincucina: hai fatto bene perchè qua una zia mi mancava proprio, dopo vengo a curiosare da te!

    RispondiElimina
  37. fantastiche e super goloseeeee

    RispondiElimina
  38. buonissime le chiacchiere...w il carnevale!!!

    RispondiElimina
  39. Che buone devono essere, anche io non friggo ma a carnevale viene voglia, a parte quest'anno perchè in Cina non si festeggia...
    le proverò al forno, grazie Cesca ;)

    RispondiElimina
  40. Ciao e grazie della dritta! Anch'io inizio a schifare il fritto e preferire il forno. Persino gli strufoli li ho cotti al forno e sono venuti bene, anzi meglio del normale. Sono diventata vegan da poco, anzi, sono ancora in transizione, ci sto provando, davvero...e i tuoi consigli cascano a fagiolo. Passa a salutarmi se ti va..io scrivo di ecologia in generale, dritte per la casa etc.

    RispondiElimina
  41. Devo dire e io ho un buon ricordo del carnevale, mai vestita da Pierrot ;) pero' non disdegno la triste maschera nella quale mi rispecchio :lol:
    Detto questo passo alle frappe!
    Siamo d'accordissimo sul fritto, lo evito come la peste, anche il soffritto, condisco tutto a crudo! ;)
    Mi piacciono molto le tue frappe per di più cotte in forno!
    Non sapevo che le frappe vendute come cotte al forno fossero prima fritte, che schifezza e quanto sono pesanti, uova a parte... Mi ricordo qnd da onnivora le mangiavo... Orrore!
    Ottime anche tutte le dritte!
    Azie :D

    RispondiElimina
  42. Ahahah! Io non mi sono mai vestita da Pierrot.
    Avevo una nonna sarta, che ogni anno mi preparava il vestito che avevo scelto. Dopo estenuanti (per lei) trattative.
    "da cosa ti vuoi vestire quest'anno?"
    "da lupo cattivo!" (da diavoletto, da panda, da nonna di cappuccetto rosso)
    "non ti piacerebbe un bel vestito da damina, con tanti pizzetti?"
    "no, da lupo cattivo!"
    "da fatina, con la gonna lunga e la bacchetta magica?"
    "no, da lupo cattivo!"
    Povera nonna... era tanto contenta di aver avuto una nipote femmina per poterle cucire ogni genere di vestito sfarzoso... e io le chiedevo l'abito da lupo cattivo! :-D

    RispondiElimina
  43. non conoscevo quel gruppo!
    carino!
    è vero!
    sembra ripeta il mio nome ^_^

    ah dimenticavo...vittima pierrot....ancora ho i brividi!

    RispondiElimina
  44. @VeganMum: quante ne hai fatte passare a quella nonna?! :) Dolci le nonne, mi mancano un sacco!
    Viva il lupo cattivo! ^_^ Auuuuhhhh

    RispondiElimina
  45. Gnam gnam che voglia di bugie che mi è venuta! La tua ricetta è davvero invitante... la proverò in questo week end... mentre accompagnero' la mia bambina alle varie mascherate (lei si è voluta vestire da bianca neve .... ed è adorabile). Complimenti per il blog è fantastico!

    RispondiElimina
  46. @ultimi commenti: scusate sono una ciofeca non ho visto un bel po’ di commenti, mi sa che non leggerete più ma mi sembra educato rispondervi ora anche se in vergognoso ritardo :D

    @Giovanna & Emi: grazie!

    @Marta: se non sbaglio la tua esperienza cinese è agli sgoccioli, magari torni in patria in tempo per la colomba pasquale?

    @Topogina: ti assicuro che se la motivazione a diventare vegan è adeguata la fatica è pari a zero, ci vuole un po’ di pazienza e voglia di conoscere cose nuove : - )

    @Mimi: stiamo scherzando? Mi vuoi dire che ho trovato una persona che apprezza la Pierrottagine?? Mon dieu!!! :D Sei un animaletto più unico che raro. Io purtroppo ho un bellissimo ricordo delle frappe fritte dannazione, e mia mamma che me le mette sotto il naso quando pranzo da loro non mi rende le cose facili Ma io resisto..sperando di ottenere alla fine dei miei giorni un karma positivo ;-)))

    RispondiElimina
  47. @Barbara72: bellissima Biancaneve e grazie ;-)

    RispondiElimina
  48. grazie Cesca per questo post, è da un po' di giorni che volevo fare le chiacchiere!! ti seguo da un po', hai un bellissimo blog, complimenti

    RispondiElimina
  49. @La Marti: grazie a te per avermi scritto :)

    RispondiElimina
  50. ottima ricetta!
    io però ho preferito farle fritte, come le fa mio padre!

    RispondiElimina
  51. approvo l'iniziativa anti-pierrot (e pensare che era il costume più decente che avevo per i carnevali della mia infanzia... figurati gli altri!) e mordo volentieri una chiacchiera!! odio il fritto almeno quanto te -e ti assicuro che se lavori in pasticceria durante il carnevale, l'odio aumenta esponenzialmente! La sett scorsa ho fatto dei crackers dolci con la pasta madre e il vino bianco e ho scoperto che sanno di chiacchiere!! proverò a replicare con l'intenzione.. ci proverò ;) bacetti

    RispondiElimina
  52. Ciao, anche io sono stata colpita dal Pierrot...che tristezza! In compenso mia figlia quest'anno ha voluto travestirsi da Rock star Dark, con tanto di borchie e catene, gonna di tulle lilla e calze fucsia bucate!
    Le tue chiacchiere (o frappe, come le chiamiamo a Roma) sono stupende, grazie di averle condivise! Ti ho ringraziato anche nel mio blog :-) dove le ho proposte con olio di mais e sambuca. Sempre buonissime! Grazie ancora!

    RispondiElimina
  53. Ciao Francesca, ho linkato la tua ricetta in un post del mio blog!
    http://uncinettine.wordpress.com/2014/03/02/mascherine-dolci-di-carnevale/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie sei stata gentilissima a scrivermi ^_^

      Elimina
  54. IL PIERROT!! Un paio di giorni fa anche io ho scritto un post sulle chiacchiere e avevo avuto la tentazione di condividere l'esperienza traumatica (tra l'altro scelta da ME) di travestirmi da pierrot... che tristezza!!! poi ho lasciato perdere! ahahahha!

    che bella ricetta! :P

    ...e del cuscino, vogliamo parlarne?!? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah sì, quello del Pierrot è uno scheletro che il 99% di noi ha nell’armadio …. Almeno così possiamo formare dei gruppo di auto aiuto :D

      Elimina